sabato 27 ottobre 2012

Ecco la sconfitta... il Birmingham passa a Elland Road

 
E dopo 6 gare arriva la sconfitta e la fine di una striscia di 15 gare in cui la squadra ha segnato almeno una rete. Il Leeds perde contro il Birmingham per 1 a 0 e mostra, ancora una volta, una prestazione non all'altezza di una squadra che vorrebbe recitare un ruolo da protagonista in Championship. Dominata a centrocampo, la squadra di Warnock paga la propria sterilità offensiva, legata soprattutto all'incapacità di mettere Becchio nelle condizioni migliori per rendersi pericoloso. Troppo isolato in attacco e mai servito con cross dalle fasce l'argentino non riesce a scrollarsi di dosso la guardia attenta dei difensori avversari. Diouf ha grande qualità, ma il suo girovagare per il campo mette in evidenza quanto a questa squadra manchi McCormack o un giocatore con caratteristiche simili. Del takeover si continua a parlare, ma per il momento non c'è nulla di ufficiale, a parte qualche comunicato nel quale si dice che “i colloqui sono in corso”. I ritmi frenetici della Champiosnhip non permettono tempi di attesa così lunghi. In 3 gare abbiamo sprecato troppe occasioni e i playoff continuano ad allontanarsi. Sono ancora raggiungibili, ma serve una decisione definitiva. Vogliamo sapere di che morte dobbiamo morire, se dobbiamo continuare a sperare, o se dobbiamo accontentarci di una stagione da media classifica. Il rischio è che la cessione della società diventi una scusante, per coprire ogni passo falso della squadra. Al termine della gara Warnock ha nuovamente sottolineato il bisogno di prendere almeno un paio di giocatori di qualità e di poter finalmente disporre dei capitali necessari per migliorare la rosa. Serve il takeover quindi, ma serve prima possibile. 

Piccolo inciso: il Bury ha pareggiato per 1 a 1 contro il Walsall, a segno Poleon (2° gol in 4 gare) nominato anche MOM. 

Warnock rispolvera Pugh e gli affida il ruolo di terzino sinistro. Ancora panchina per Drury, l'ex Norwich non riesce a convincere a pieno il manager nonostante quando sia stato chiamato in causa abbia sempre fornito prove convincenti in fase difensiva. Lees viene schierato nel ruolo di terzino destro, con Peltier e Pearce a formare la coppia centrale. Cambi anche a centrocampo, con Byram e Tonge sugli esterni, Norris e Austin al centro. Attacco obbligato, con Diouf alle spalle di Becchio.
La prima conclusione è di Redmond che di testa mette alto. Byram prova a creare scompiglio nella difesa avversaria, dimostrandosi ancora una volta tra i più in palla dello United, ma i primi 20' sono tutti di marca ospite. Intorno alla mezz'ora il Leeds costruisce la prima vera occasione. Austin calcia dalla distanza, ma Butland, con un pizzico di fortuna, riesce a deviare.
Il Leeds comincia la ripresa con maggiore intraprendenza, con Diouf tra i più attivi. Il numero 21 crea problemi sulla sinistra e Mullins deve ricorrere alle maniere forti per fermarlo.

Al 70' il Leeds crea la migliore azione della gara. Byram mette al centro per Diouf che di testa impegna Butland.
Al 75' il Birmingham trova il vantaggio grazie al tiro da 30 metri di Lita che sorprende Kenny. Warnock prova a inserire White e Hall, ma gli ospiti si chiudono bene e non lasciano occasioni allo United.

Formazioni

Leeds: Kenny, Lees (White 82), Peltier, Pearce, Pugh, Byram, Norris (Hall 82), Austin, Tonge, Diouf, Becchio. Subs: Ashdown, Drury, Green, Brown, Gray.

Birmingham: Butland, Murphy, Davies, Robinson, Caldwell, Mullins, Elliott, Redmond (Burke 68), Morrison, Lita, King (Spector 90). Subs: Ambrose, Hancox, Packwood, Diop, Doyle, Burke.

Marcatori: Lita al 75'.

Nessun commento:

Posta un commento