giovedì 2 giugno 2016

Il prescelto è Garry Monk

Il nuovo corso è finalmente iniziato. Dopo il divorzio da Steve Evans il Leeds ha ufficializzato il nuovo allenatore. A sedere sulla panchina di Elland Road sarà il 37enne Garry Alan Monk.

Monk ha firmato un contratto di 12 mesi, diventando così il 7° allenatore della gestione Cellino. Già da domani il nuovo allenatore inizierà a lavorare per preparare al meglio la prossima stagione. Pianificare la pre-season, valutare le necessarie mosse di mercato, iniziare a ragionare sui rinnovi e creare uno staff all'altezza sono le prime, imminenti sfide che il nuovo tecnico si troverà di fronte. Come suo assistente potrebbe arrivare lo spagnolo Josep 'Pep' Clotet Ruiz, con lui già allo Swansea.

Inglese di Bedford, Monk ha speso una vita nello Swansea City, prima da giocatore poi da allenatore. In campo, al centro della difesa, ha contribuito alla scalata dei gallesi alla piramide del calcio inglese: tre promozioni in 11 anni che hanno portato i Cigni dalla League Two alla Premier League e, nel 2013, alla vittoria in League Cup. Il 4 febbraio 2014, dopo l'esonero di Michael Laudrup, fu lui a prendere in mano la squadra, nel doppio ruolo di player-manager. La salvezza conquistata con un turno di anticipo gli valse la conferma e un nuovo contratto triennale. La stagione successiva si aprì alla grande: vittoria all'Old Trafford, per la prima volta nella storia del club, e vetta solitaria della Premier League dopo 3 giornate. Un avvio sorprendente che valse a Monk il premio di “Allenatore del mese di agosto”. Al termine di quella stagione lo Swansea chiuse all'8° posto, con 56 punti. Nel campionato successivo, dopo aver firmato un nuovo contratto triennale, le cose andarono in maniera differente. Dopo una striscia di 1 sola vittoria in 11 gare, il 9 dicembre 2015, lo Swansea, allora al 15° posto, decise di sollevare Monk dall'incarico.

Con al suo fianco Eddie Gray e il nuovo direttore Niccolò Barattieri, Monk ha parlato per la prima volta alla stampa nelle vesti di allenatore dello United, raccontando i suoi progetti e le sue impressioni dopo la firma del contratto. “Sono estremamente onorato di essere arrivato al Leeds United Football Club, un club di cui tutti conosciamo la storia e la dimensione. Mi sento davvero onorato di essere qui e non vedo l'ora di affrontare le sfide del futuro. La passione dei tifosi, la storia e l'ambizione del proprietario coincidono perfettamente con ciò che stavo cercando. Questa è sicuramente la sfida giusta per me e sono davvero felice di essere qui”.

"Voglio essere messo in discussione, voglio far parte di un progetto importante e imprimere il mio marchio. Tutti questi fattori mi hanno spinto ad essere qui oggi, seduto davanti a voi. Ho avuto altre possibilità e altri contatti, ma, per qualche motivo, non erano le opzioni giuste o ciò che cercavo. Qui è invece diverso. Voglio grandi sfide e questa sicuramente lo è. Servirà tanto duro lavoro e sono disposto a farlo, insieme a chiunque possa aiutare il club a raggiungere gli obbiettivi.

Nessun commento:

Posta un commento