Statuto societario

“Leeds United Italia”
 
ART. 1 – E’ costituito, in data 26/07/2014, Leeds United Italia.
Scopo principale di Leeds United Italia è far conoscere e diffondere la storia del Leeds United Football Club e dei suoi tifosi, organizzare incontri tra i membri, agevolare gli iscritti nell’acquisto di biglietti per le partite, organizzare trasferte per seguire la squadra e quant’altro sia connesso al Leeds United Football Club. Leeds United Italia è contro ogni forma di violenza, razzismo, discriminazione, polemica politica e quant’altro non connesso allo scopo principale sopra riportato.

ART. 2 – Leeds United Italia ha sede in Via Lungobrugiano, 46 – 54100 MASSA (MS)
Il contatto ufficiale con la segreteria avviene tramite l’ indirizzo email info.leedsuniteditalia@gmail.com.
Leeds United Italia ha i seguenti canali telematici:
BLOG: http://leedsitalia.blogspot.com
FACEBOOK: Leeds United Italia
TWITTER: @LeedsUnitedIta
YOUTUBE: LeedsUnitedItalia

L’accesso ai canali telematici è libero. Chiunque può lasciare messaggi perché Leeds United Italia persegue la libertà di opinione, ma non risponde in maniera assoluta di lettere, messaggi e qualsiasi commento che vada contro i principi dettati all’articolo 1 per cui ognuno sarà il solo responsabile di quello che avrà scritto. Se ritenuti offensivi o lesivi della reputazione di terzi, il Direttivo si riserva la facoltà di eliminare i messaggi e richiamare gli eventuali responsabili ad un comportamento consono ai dettami dell’articolo 1.

ART. 3 – Gli Organi del Club sono: il PRESIDENTE, il CONSIGLIO DIRETTIVO e L’ ASSEMBLEA DEI SOCI

ART. 4 – SOCI:
Possono essere tesserati a Leeds United tutti coloro che ne condividono le finalità e ne accettano lo Statuto.
L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione è il Presidente.
Il richiedente, nella domanda di ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità impegnandosi a versare la quota associativa.
L’ammissione a socio è a tempo indeterminato, fermo restando il diritto di recesso.
L’associazione prevede l’intrasmissibilità della quota o contributo e la non rivalutabilità della stessa.

ART. 5 - DIRITTI E DOVERI DEI SOCI
I soci hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi.
Essi hanno diritto di essere informati sulle attività dell’associazione attraverso i canali telematici dell’ associazione di cui all’ art. 2.
Gli associati hanno l’obbligo di osservare lo Statuto, di rispettare le decisioni degli organi del Consiglio Direttivo e di corrispondere le quote associative. Leeds United Italia garantisce il trattamento dei dati personali secondo la normativa vigente.
Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell’associazione prevalentemente in modo personale, volontario e gratuito, senza fini di lucro, anche indiretto, in ragione delle disponibilità personali.

ART. 6 - RECESSO ED ESCLUSIONE DEL SOCIO
Il socio può recedere dall’associazione mediante comunicazione al Presidente.
Il tesserato che con la propria condotta si rendesse responsabile di atti contrari a quanto citato all’articolo precedente, di danni materiali o di danno all’immagine del Leeds United Football Club potrà essere allontanato dall’Associazione, su decisione irrevocabile del Direttivo.
Il tesserato è tenuto a leggere lo Statuto.
Il mancato versamento della quota sociale entro i termini stabiliti dall’ assemblea comporta la sospensione automatica della qualità di socio sino alla regolarizzazione della posizione.
La perdita della qualità di tesserato non dà diritto alla restituzione della quota associativa versata.

ART. 7 – CARICHE DELL’ ASSOCIAZIONE
Sono istituite le seguenti cariche:
Segretario: si occupa di redigere i verbali delle Assemblee dei soci e del Consiglio Direttivo.
Tesoriere: è responsabile della cassa dell' associazione, redige il rendiconto annuale e risponde delle spese effettuate a nome dell' associazione.

ART. 8 – ASSEMBLEA DEI SOCI
L’Assemblea è l’organo sovrano dell’associazione ed è composta da tutti i soci.
L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la modifica dello statuto e lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi.
E’ convocata in forma ordinaria almeno una volta all’anno dal Presidente dell’associazione tramite i canali telematici di cui all’ art. 2 e contenente l’ordine del giorno dei lavori.

ART. 9 – COMPITI DELL’ ASSEMBLEA
L’assemblea deve:
  • approvare il rendiconto consuntivo e preventivo redatti dal tesoriere;
  • determinare le linee generali programmatiche dell’attività dell’associazione;
  • eleggere il Presidente, il Consiglio Direttivo e le cariche di segretario e tesoriere;
  • deliberare su quant’altro demandatole per legge o per statuto, o sottoposto al suo esame dal Consiglio direttivo.
ART. 10 – VALIDITA DELL’ ASSEMBLEA
L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti.
Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti, sono espresse con voto palese.
L’assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo statuto con la presenza della metà più uno dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti; scioglie l’associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di ¾ dei presenti.

ART. 11 – IL PRESIDENTE
Il Presidente presiede il Consiglio Direttivo e rimane in carica fino al momento in cui presenta le dimissioni e queste sono accettate dalla maggioranza del Consiglio Direttivo o fino a quando gode della fiducia della maggioranza del Direttivo.
Il presidente è il solo che può prendere impegni di spesa in nome e per conto dell’ associazione, sentito il parere non vincolante del Consiglio Direttivo.

ART. 12 – IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo (di qui in avanti nominato Direttivo) è l’organo esecutivo dell'Associazione.
I membri del direttivo sono 5: il Presidente, il Segretario, il Tesoriere e altri 2 Consiglieri eletti dall’ assemblea ordinaria.
Il Direttivo delibera su tutte le decisioni inerenti l’attività, sportiva e non, dell'Associazione; fissa le quote associative annuali, ordinarie e straordinarie, delibera, stabilisce i programmi di attività, fissa le date delle riunioni, decide in merito alla produzione del materiale.
Le decisioni s’intendono approvate se votate a maggioranza dei componenti. E’ ammesso il voto per delega e via telematica.
Il Direttivo si considera decaduto quando vengano a mancare i 3/5 dei suoi componenti, senza che ne sia possibile la sostituzione.
I membri decadono dalla carica non appena presentano le dimissioni e queste sono accettate a maggioranza.

ART. 13 – DURATA DELLE CARICHE
Il Presidente, il Direttivo e le altre funzioni associative restano in carica 3 anni dalla nomina.
Allo scadere del suddetto periodo decadono e devono essere rinnovate attraverso assemblea ordinaria convocata entro 60 giorni.

ART. 14 – INIZIATIVE IN NOME DELL’ ASSOCIAZIONE
Per qualsiasi iniziativa che chiunque volesse intraprendere a nome di Leeds United Italia, si chiede che il Direttivo ne sia informato preventivamente per poter esprimere il formale assenso ovvero opporre il giustificato diniego.

ART. 15 – PATRIMONIO
Il patrimonio di Leeds United Italia è costituito dalle quote associative versate dai tesserati e da eventuali altre entrate. Le quote e i versamenti servono per l’affiliazione al Leeds United Supporters Club, per l’acquisto di materiale organizzativo e per la produzione di materiale (gadget). Non è prevista la ripartizione di denaro rimasto in cassa fra nessuno dei tesserati.

ART. 16 – INIZIATIVE A SCOPO BENEFICO
Leeds United Italia incoraggia le iniziative di beneficenza ed indirizza tale attività, di propria iniziativa o mediante segnalazioni dei soci, mediante l’adesione a progetti ben determinati, lasciando libertà di partecipazione a seconda delle disponibilità di ognuno.

ART. 17 – SCIOGLIMENTO DELL’ ASSOCIAZIONE
Lo scioglimento dell'Associazione è deliberato dal Direttivo nell’ unanimità dei suoi componenti, qualora vengano a mancare i fini e l’attività stabilita dallo Statuto. Il Direttivo delibera in merito alla liquidazione delle eventuali somme rimanenti in cassa, da devolvere in beneficenza.

ART. 18 – Eventuali altre disposizioni, regolamenti societari, norme comportamentali dovranno essere rispettati da tutti i tesserati, nessuno escluso. Al Direttivo è demandato l’onere di far rispettare tutte le disposizioni del presente Statuto.

ART. 19 – II Direttivo si riserva la facoltà di apportare modifiche al presente Statuto in qualsiasi momento ciò dovesse rendersi necessario.

Visto, letto e approvato dai soci fondatori.

Data: 26/07/2014

Nessun commento:

Posta un commento