martedì 19 settembre 2017

Surclassati per 90': al The Den arriva la prima sconfitta stagionale

Nella tana del Millwall il Leeds conosce il primo stop stagionale. Al The Den Jansson e compagni cedono meritatamente ai londinesi, dopo una gara giocata in affanno fin dal 1'. Incapaci di contrapporsi al pressing avversario e di gestire la palla come mostrato nelle altre uscite, lo United vive sulla propria pelle una giornata negativa e torna nello Yorkshire con una lezione da imparare. Non tutte le gare sono interpretabili alla stessa maniera e in Championship, soprattutto in trasferta, non bastano le qualità tecniche per fare risultato. Nessun dramma, siamo solo alla prima sconfitta e nonostante la battuta d'arresto rimaniamo in vetta, ma imparare dai propri errori è l'unico modo per crescere come squadra. 

Christiansen rinuncia a Roofe e inserisce Alioski. Cooper non recupera, al centro della difesa con Jansson c'è il giovane Shaughnessy. Anita e Ayiling completano la linea a difesa della porta di Wiedwald. A centrocampo Phillips e O'Kane compongono la consueta cerniera, con Hernandez, Saiz e Roofe alle spalle di Lassoga.




Formazioni 

Millwall: Archer, McLaughlin, Meredith, Hutchinson, Williams, Onyedinma (Tunnicliffe 90), Wallace (Cooper 90), Webster, Morison, O’Brien (Ferguson 81), Saville. Subs not used: Martin, Craig, Romeo, Twardek. 

Leeds: Wiedwald, Anita, Jansson, Shaughnessy, Berardi, O’Kane, Phillips, Saiz (Grot 72), Hernandez (Dallas 45), Alioski (Roofe 45), Lasogga. Subs not used: Lonergan, Berardi, Vieira, Cibicki. 

Marcatori: O'Brien al 73'.

venerdì 15 settembre 2017

Vittoria anche sul Birmingham: il Leeds va in vetta


Continua spedita la marcia del Leeds United. La vittoria interna contro il Birmingham manda la squadra di Christiansen in vetta alla Championship e allunga una striscia positiva che dura da inizio stagione. Il 2 a 0 è l'ennesimo clean sheet stagionale, 6° consecutivo per Jansson e soci; Wiedwald non subisce gol dalla trasferta di Bolton del 1° turno di campionato. Contro i Brums non è stata una gara agevole, gli uomini di Redknapp hanno tenuto molto bene il campo e creato diversi problemi allo United. L'organizzazione tattica e l'unità di intenti hanno però permesso di superare i momenti difficili; una vittoria ottenuta in gare ingarbugliate rappresenta un importantissimo segnale, in un torneo che si annuncia tosto e competitivo. 

Christiansen conferma per 10/11 la formazione che ha battuto il Burton. L'unico cambio riguarda il reparto avanzato, dove Roofe lascia spazio a Alioski. In panchina si rivede Berardi, finalmente recuperato dopo l'infortunio.

Formazioni 

Leeds: Wiedwald, Anita, Cooper (Berardi 69), Jansson, Ayling, O’Kane, Phillips, Hernandez (Dallas 80), Saiz, Alioski (Roofe 60), Lasogga.  Subs not used: Lonergan, Grot, Dallas, Cibicki, Vieira. 

Birmingham: Stockdale, Nsue, Colin, Dean, N’Doye, Gallagher (Adams 69), Boga, Loew, Davis (Maghoma 80), Jota (Walsh 80), Morrison.  Subs not used: Grounds, Roberts, Jutkiewicz, Kuszczak.

Marcatori: Saiz al 17', Dallas al 90'+2.  

lunedì 11 settembre 2017

Pokerissimo al Burton: si vola al 2° posto

Per Andrea Radrizzani non poteva esserci regalo di compleanno migliore. Dopo la pausa per le nazionali lo United riparte alla grande e surclassa il Burton Albion. Il 5 a 0 ai gialloneri vale il 2° posto in classifica, a una sola lunghezza dal Cardiff City. Per i ragazzi di Christiansen è anche il 5° clean sheet consecutivo. L'impermeabilità difensiva testimonia come questa squadra stia sopperendo alla grande alla partenza di Bartley. Le ottime prestazioni di Cooper invece hanno fatto già dimenticare il centrale dello Swansea. L'innesto di Anita e le conferme di Ayiling e Jansson hanno completato l'opera, garantendo alla squadra un muro quasi invalicabile. La qualità offensiva era conosciuta, con i tanti palleggiatori arrivati ad elevare la qualità sulla trequarti. L'ottimo esordio di Lassoga, due reti e tante buone giocate alla sua prima a Elland Road, sembra completare un quadro che al momento appare di pregevolissima fattura. In tutto ciò non va sottovalutata la sapiente mano di Christiansen. Accolta con qualche riserva, il danese sta dimostrando di non essere uno “arrivato per caso”. Dietro a tutti i numeri di questo inizio c'è soprattutto il suo lavoro e la sua capacità.

Christiansen lancia in campo fin dal 1' il tedesco Lassoga. Alle sue spalle ci sono Saiz, Roofe e Hernandez. Alioski resta in panchina dopo le fatiche con la maglia della Macedonia. In mediana confermati O'Kane e Phillips. Immutata anche la granitica linea difensiva, con Cooper e Jansson al centro, Anita e Ayiling sulle fasce. A difesa della porta c'è Wiedwald.




Formazioni

Leeds: Wiedwald, Anita (Dallas 45), Cooper, Jansson, Ayling, O’Kane (Klich 56), Phillips, Saiz, Hernandez, Roofe, Lasogga (Grot 62). Subs not used: Lonergan, Shaughnesssy, Klich, Cibicki, Alioski.

Burton: Bywater, Brayford, Warnock, Allen, McFadzean (Dyer 38), Turner, Lund, Scannell (Sordell 60), Akins, Mason (Palmer 66), Buxton. Subs not used: Ripley, Flanagan, Naylor, Varney.

Marcatori: Lasogga al 20' e al 59', Phillips al 35', Hernandez al 44' (pen), Roofe al 54'.

venerdì 1 settembre 2017

TransferDeadlineDay: il Leeds prende Lassoga e Cibicki

Nell'ultimo giorno di mercato il Leeds United piazza due colpi e completa così il reparto offensivo. Sbarcano a Elland Road il tedesco Pierre-Michel Lassoga e lo svedese Pawel Cibicki.

Lassoga arriva dall'Amburgo con la formula del prestito e vestirà la maglia numero 9. Classico centravanti d'area, il 25enne avrà il difficile compito di sostituire Chris Wood. Prima dell'Amburgo ha giocato nell'Herta Berlino. In un totale di 160 presenze in Bundesliga ha segnato 48 reti. Nell'ultima stagione ha trovato pochissimo spazio e le sue 22 presenze sono stati quasi tutte da subentrato. Le 13 reti in 20 gare, nella stagione 2013/14, rappresentano il miglior bottino per l'attaccante. Dopo aver vestito le maglie della nazionali giovanili tedesche, nel febbraio 2014 venne chiamato anche con la selezione maggiore, ma nell'amichevole contro il Cile rimase in tribuna, a causa di un problema fisico.

Pawel Cibicki aririva invece a titolo definitivo dal Malmo e vestirà la maglia nuemro 22. Per il suo cartellino il Leeds ha pagato la somma di 1,5 milioni di sterline. Il giocatore ha firmato un contratto quadriennale. Attaccante di movimento, utilizzabile anche sull'esterno, Cibicki ha vestito le maglie di Malmo e Jönköpings. Le sue prestazioni, negli ultimi mesi, avevano portato anche diversi top club europei ad interessarsi di lui. Nato in Polonia, ma con passaporto svedese, Cibicki ha vestito le maglie di entrambi le nazionali a livello giovanile. Ha preso parte con la Svezia all'ultimo europeo under 21.

lunedì 28 agosto 2017

Porte girevoli: via Green, torna Lonerga

Rob Green ha rescisso il proprio contratto con il Leeds ed è passato all'Huddersfield Town, facendo così ritorno in Premier League. L'estremo difensore, protagonista la scorsa stagione di un ottimo torneo, era stato relegato da mister Christiansen al ruolo di dodicesimo avvantaggio del tedesco Wiedwald. La scelta, come preventivabile, non era stata troppo gradita a Green che, appena fiutata l'occasione ha spinto per cambiare aria. 

Al suo posto il Leeds ha concluso l'ingaggio di una vecchia conoscenza. Sarà infatti Andy Lonergan a contendere il posto a Wiedwald. L'ex di Preston, Fulham e Bolton era attualmente in forza ai Wolves che però lo hanno lasciato partire a titolo gratuito. Già a Elland Road nella stagione 2011/12, Lonergan fu una vittima delle scelte di Warnock che nell'estate 2012 gli preferi' il fido Paddy Kenny e lo lasciò andare al Bolton.

venerdì 25 agosto 2017

Anche Diagouraga rescinde

Il Leeds continua l'opera di sfoltimento della rosa e raggiunge l'accordo per la rescissione del contratto di Toumani Diagouraga. Il centrocampista ex Brentford ha infatti chiuso la propria esperienza a Elland Road, anticipando di 10 mesi la sua partenza. Arrivato durante la gestione Evans, Diagouraga ha collezionato 20 presenze con la maglia del Leeds. La sua ultima gara risale all'esordio della Championship 2016/17, a Loftus Road. 

Messo in naftalina da Monk, passò a gennaio in prestito all'Ipswich, dove riuscì nuovamente ad assaporare il campo. Da free agent adesso potrà trovare una nuova sistemazione: Burton, Barnsley e MK Dons sembrano i più interessati.

giovedì 24 agosto 2017

Jay-Roy Grot è il primo innesto offensivo

Dopo le partenze di Wood, Doukara e Antonsson il Leeds inizia la ricostruzione del reparto offensivo e dal Nec Nijmegen ingaggia il 19enne Jay-Roy Grot. L'attaccante olandese arriva ad Elland Road per una somma non ufficializzata ma che, bonus esclusi, dovrebbe aggirarsi sulle 750mila streline. Grot ha firmato un contratto quadriennale e sarà a disposizione già per la gara di sabato contro il Nottinghma Forest.

Attaccante centrale che può giocare anche da esterno, Grot è cresciuto nelle giovanili del Vitesse e del ESA Rijkerswoerd per poi passare, nel 2008, al Nec. Con il club del Goffertstadion Nijmegen ha esordito in massima serie nell'agosto 2015. Nella stagione 2016/17 ha giocato 24 gare, ma le sue 6 reti non sono bastate a evitare la retrocessione del NEC. In estate il suo nome era stato accostato anche alla Fiorentina, ma i due club non avevano raggiunto l'accordo economico per la cessione. Rapido e dotato di gran fisico, Grot ha giocato con l'under 17 e l'under 19 olandese.

“Sono molto felice, questo è un club molto importante e per la mia carriera questo rappresenta un importante passaggio”, ha detto Grot. “Sono contento di essere al Leeds United”.

Grot vestirà a numero 11, lasciata libera dalla cessione di Doukara.