venerdì 1 giugno 2018

Il Leeds saluta Heckingbottom e fa un pensierino a Bielsa

È durata solo 16 gare l'avventura di Paul Heckingbottom sulla panchina del Leeds. Dopo settimane di speculazioni è infatti arrivata la conferma ufficiale poco fa: non sarà l'ex Barnsley a sedere sulla panchina di Elland Road nella stagione 2018/19. Solo 4 vittorie nel suo breve regno hanno convinto la dirigenza a cambiare, nonostante pochi mesi fa per strapparlo ai “cugini” fosse servito un assegno da 800 mila sterline. Seppure in una situazione difficile Heckys non ha mai dato l'impressione di essere adatto a quel ruolo. Il tracollo della seconda parte di stagione non è solo a lui imputabile ma se la dirigenza sperava, con il suo arrivo, di invertire la rotta, i fatti hanno miseramente deluso le aspettative.

Con Heckingbottom se ne va anche lo staff, l'assistente Jamie Clapham, il preparatore atletico Nathan Winder e il match analyst Alex Bailey. A Gianni Vio, specialista delle palle da fermo, non è stato rinnovato il contratto.

Il Leeds si butterà adesso alla ricerca di un profilo adatto, il cui identikit è stato tracciato da Angus Kinnear: “Il nostro obiettivo è un allenatore con più esperienza che possa aiutarci a raggiungere gli obiettivi di cui abbiamo parlato da quando siamo diventati custodi del club. Siamo fiduciosi di chiudere in poco tempo e ringraziamo i nostri fan per il loro continuo supporto”.

Nelle ultime ore è rimbalzata, sempre più prepotentemente, la suggestione Marcelo Bielsa.

Nessun commento:

Posta un commento